Lost – La mezza stagione

8 11 2010


Siamo andati per voi al Teatro Greco di Roma a vedere Lost – La mezza stagione lo spettacolo teatrale parodia di e con Claudio Insegno della famosa serie americana Lost. Nella prossima puntata di Telefilmcast parleremo di questo spettacolo che abbiamo visto per voi.

Nato dalla fertile mente di Claudio Insegno che ritaglia per se il ruolo di Ben e messa in scena come uniche date a Roma (non ci sarà tour), lo spettacolo in se e’ divertente e carino per chi ha amato la serie Lost, molto godibile viste le continue citazioni e rimandi alla serie, un po’ meno comprensibile e divertente per chi di Lost non sa molto.

Purtroppo l’operazione non ha riscosso il successo sperato,  con la sala in piu’ date quasi totalmente vuota; il perchè va ricercato nel fatto che chi ama Lost non e’ propenso a prese in giro così Italiane, come direbbe il nostro Stanis La Rochelle,  allo stesso tempo le persone che non sono fan di lost si sono trovati sicuramente spiazzati!.

Il pregio principale dell’opera e’ il concentrare in 2 ore la trama di lost ,rendendola priva di orpelli e trame mozze come l’originale ma donandogli una fluidità che neanche la serie originale ha avuto.

Il difetto peggiore e’ invece la troppa italianità del progetto riscontrabile ad esempio nella scelta di far parlare Sun ed il marito in dialetto siciliano. Ora non e’ possibile che nel 2010 ancora si debba ricorrere a questo tipo di espedienti cosi pecorecci, come fu ad esempio per i vari doppiaggi di Shaolin Soccer o Kung Fusion o cose simili, perchè  non trovare soluzioni creative migliori per rendere incomprensibile un personaggio?

Geniale e’ il personaggio di Ben e sopratutto la caratura artistica di Claudio Insegno che non fa rimpiangere il Ben originale, cosi come la scelta al contrario del Lost originale di non avere tutte ragazze bellissime ma persone normali.

Nel complesso la genialità degli autori è nel far risaltare le assurdita di Lost a livello narrativo e prendere in giro il modello di assoluto mistero gratuito continuo nella serie. Nel finale quando Hugo dice “Ben sei stato un’ottimo numero 2” e ben risponde “e tu un buon numero uno” e Hugo gli fa ” e che vuol dire ” e lui ” e non lo so!!”.

Fuori luogo le canzoni cantante dai protagonisti ma ottima ad esempio la ricostruzione scenica e il modo di rendere l’isola oltre al grande cameo di Pino Insegno nel ruolo del Dr. Chang della Dharma!

Nota di colore per il finale alternativo proposto in cui i protagonisti sono tutti vecchi da ospizio ma stanno ancora sull’isola!

In conclusione Lost, la mezzastgione e’ un buon tentativo di fare teatro su una serie tv e farci ironia pero’ secondo me senza osare troppo. Se non si osa si rimane nella mediocrita’ e il pubblico non sempre ti premia.


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: