NYPD Blue: l’inizio della reality fiction

28 10 2010


In tutta questo trionfo di serie fantastiche o thriller fantascentifici, facciamo delle digressioni su serial sicuramente più terreni ma non per questo meno degne di nota. In questo mio primo articolo partiamo dal poliziesco, genere che ha praticamente dominato da sempre il panorama dell’intrattenimento televisivo e non solo, non sempre con prodotti di successo o di grandissima qualità ma anche con qualche strana, grande eccezione che, magari passata inosservata o meno considerata di altri, merita comunque una posizione di rilievo non solo per quel che rappresenta, ma perché in qualche modo ha rappresentato una rivoluzione.

Non so quanti dei lettori di TelefilmCast si ricordano un certo Hill Street Giorno e Notte (HS Blues)? Beh, non è di questo telefilm che parleremo ma lo usiamo come punto di partenza, perché nella sua impronta insolitamente realistica e drammatica ha cambiato per un bel po di tempo il modo di vedere le storie poliziesce all’inizio degli anni 80. A questa serie si sono ispirati gli autori di New York Police Department Blue (notare il riferimento blue e blues dei due titoli) che rappresenta forse una sorta di remake o di omaggio a quella grande serie degli che dall’81 all’87 ha conquistato i nostri cuori e che viene anche usata come citazione in un episodio.

NYPD è una serie da recuperare, da guardare con molta attenzione non solo per il valore poliziesco in se, anzi, ma per quel senso un po’ pulp che permia tutta la serie. Il realismo fatto di alcool, di sudore e fiato cattivo, di personaggi veri, vivi, con problemi reali, malattie e morte. Il realismo di NTPD è diventato una sorta di icona e assieme allo stile di ripresa micromosso molto reality (superato l’impatto che può dar fastidio) ci porta dentro la serie, ci porta nelle situazioni, accanto ai personaggi.

NYPD è l’inizio di una rivoluzione televisiva soprattutto, l’inizio di storie vere e drammatiche, di una violenza palmpabile e di una drammaticità dura e dolorosa. Rivoluzione perché è il capostipide di questo modo di fare televisione, che poi partorirà Oz, The Shield e in un certo senso anche Dexter proprio perchè la demarcazione netta del bene e del male non ha più importanza, ma hanno importanza i contesti, le situazioni singole, la verità. In più NYPD sarà ricordato come il primo serial ad aver trasmesso due persone nude che fanno sesso o l’inquadratura di un sedere maschile in onda su tutta la rete nazionale.

Ovviamente non sono mancati i problemi per questo serial proprio a causa di questo impatto e questi elementi di grande rottura che oggi, tra Californication, Dexter o Nip’n’Tuck sono diventati molto più “normali”, che ha una durata di ben sette stagioni e che comunque ha riscosso un notevole successo nonché vinto svariati premi televisivi.
In Italia ovviamente la programmazione, visto anche il tono realistico e crudo del serial e il linguaggio parecchio spinto, è stata molto traballante, sia da parte delle reti mediaset che successivamente anche nelle reti del digitale terrestre.

Se vi piace questo stile noir e l’impronta dura, se avete voglia di conoscere dei personaggi e siete pronti a vederli come parte di un momento della vostra vita, se siete curiosi di vedere da quando le serie poliziesche di “strada” sono cambiate, allora non vi resta che rimediarvi i DVD e godervi questo spettacolare show degli anni 90 che si è preso un posto d’onore nelle grandi serie fiction americane di sempre.


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: